3 super benefici legati alla coltivazione di un orto

Nei piccoli borghi delle zone rurali della campagna è molto comune che venga coltivato un piccolo orto in giardino per poter avere diversi benefici. Chi acquista o anche affitta una casa nella campagna ferrarese può iniziare a tenere un piccolo orto per avere delle verdure sane e a basso costo, passare il tempo libero e coltivare varietà andate dimenticate con l’avvento dell’agricoltura industriale.

Un bellissimo passatempo

Coltivare un orto è anche un nel modo per trascorre il tempo, sai da soli anche coi bambini che ritrovano il contatto con la terra, lontani da televisione, video giochi ,telefonini etc.

Le spesa sana e a basso costo

L’orto nel giardino di casa è l’unica soluzione che esiste per esser veramente certi di vare accesso a verdure che no sono state coltivale con pesticidi e altri prodotti chimici dannosi. Il vero bio chilometri zero  quello che viene direttamente del proprio orticello in giardino. Produrre un po’ di verdura nonché frutta nel proprio orticello fuori in giardino è un aiuto importante per tenere basso il costo della spesa settimanale. Le verdure ormai sono tra i prodotti più costosi che ci sono al supermercato o all’ortofrutta e chi desidera riempire il carrello di verdura e frutta deve poi spendere molto alla cassa. Coltivarle e avere l’orto in giardino diventa perciò un aiuto a risparmiare: verdure fresche e sane a costo zero ogni volta che si desidera.

La conservazione di piante particolari

Chi ha deciso di avere l’orto in giardino può anche coltivare delle varietà e specie di piante territoriali di cui si era praticamente perse le tracce per colpa dell’agricoltura intensiva che predilige solo verdure e frutti con certe caratteristiche come la resistenza alle malattie. Uno dei tesori del nostro paese è proprio legato alla biodiversità di piante da orto che stanno tornando proprio grazie ai piccolo coltivatori che hanno trasformato il giardino in un piccolo orticello per l’autoproduzione. Moltissime colture antiche stavano per andare perdute se non fosse stato per la buona volontà di piccoli orticoltori amatori che hanno iniziato e reintrodurre varietà locali di frutta e verdura.