Caffè amaro o zuccherato? Tutte le differenze

Ognuno ha le sue preferenze in merito alla presenza o meno dello zucchero nel caffè. Inoltre, c’è chi ne mette un pizzico e chi invece lo preferisce molto dolce. Ci sono delle differenze per chi prende il caffè dolcificato che puoi scoprire tu stesso di seguito. Ecco quali sono i motivi per cui lo zucchero nel caffè potrebbe essere meno consigliato.

Attenzione alle calorie

La ragione per cui fare attenzione alla quantità di zucchero che si aggiunge al caffè è legato al fatto che lo zucchero si trova già in moltissimi altri prodotti. Il rischio infatti è quello di ingerire più zucchero del necessario superando la dose giornaliera consigliata dagli specialisti, andando a introdurre troppe calorie nel corso della giornata. Lo zucchero si trova in praticamente tutti i prodotti confezionati come pane, pasta, sugo di pomodoro, patatine, cereali, patate etc. perciò meglio fare attenzione. Inoltre, aggiungere dello zucchero al caffè pare blocchi l’effetto termogenico della sostanza che infatti aiuta a bruciare più grassi. Infatti, l’aggiunta di zucchero fa rilasciare al corpo l’insulina, che blocca l’effetto termogenico amico di chi sta attento alla linea.

Un sapore mascherato

Alcuni sostengono che aggiungere un po’ di zucchero aiuta a migliorare anche i caffè peggiori, sia a casa che al bar. Infatti, i degustatori di caffè lo prendono sempre e solo amaro per poter valutare meglio la composizione aromatica e i sapori che si catenano in bocca senza che vengano mimetizzati dallo zucchero aggiunto. Aggiungere dello zucchero può esser allora un sistema per migliore i caffè peggiori ma aggiungerlo significa anche andare a mascherare e mimetizzare alcuni sentori dell’aroma scelto, non potendo gustare a fondo ogni sfumatura che viene coperta dalla dolcezza del caffè.

Meno energia

D’altro canto il caffè zuccherato pare dia meno energia di quello senza lo zucchero aggiunto. Come detto prima, lo zucchero introdotto nell’organismo fa attivare il processo di produzione di insulina. Quando questa viene rilasciata si ha una sensazione di sonnolenza e stanchezza, cioè opposta al caffè che dovrebbe essere energizzante e stimolante. La colpa è dovuta solo allo zucchero. Il caffè che sveglia e fa partire con il botto la giornata è quello amaro: la caffeina contenuta nella bevanda, che può anche essere consumata fredda, aiuta a ritrovare slancio ed energia a ogni ora della giornata.

Come berlo amaro

Chi vorrebbe iniziare a bere il caffè amaro ma è ormai abituato a quello dolce, come può fare? Chi desidera iniziare a bere il caffè amaro non riuscirà mai a farlo di colpo ma ci vuole una paziente transizione durante la quale si andrà a diminuire via via il contenuto dello zucchero. Chi mette due cucchiaini di zucchero nel caffè, dovrà gradualmente diminuire la quantità fino ad arrivare a zero al fine di dare tempo al palato per abituarsi al sapore del caffè amaro che è piuttosto forte e pungente. Un consiglio potrebbe esser quello di preferire anche una varietà più vellutata e delicata.

Che tu lo preferisca zucchero o amaro, su cialdemania.it trovi tutti i tipi di caffè da gustare a un prezzo eccezionale.